La Vienna della guerra fredda è ricordata come una città decadente, abbastanza noiosa. Fu condannata a una neutralità impotente, scontò una continua erosione demografica e risultò penalizzata dalla geografia: il cuore pulsante dell’Europa all’americana era lontano e l’est comunista molto vicino, per quanto inaccessibile. A sessanta chilometri c’era Bratislava. La preannunciavano i grandi blocchi edilizi del quartiere Petrzalka. A suo modo anche Bratislava visse durante la guerra fredda una stagione analoga a quella viennese. Fu una periferia dell’est incupita e anonima, schiacciata dal peso di Praga, dove al tempo della Cecoslovacchia si decideva tutto. La caduta del Muro di Berlino e la fine della guerra fredda hanno rivoluzionato il quadro. Vienna e Bratislava, divenuta nel 1993 capitale della neonata Slovacchia, sono state trascinate sull’asse mediano dell’Europa e, sgravate da oneri e fardelli della contrapposizione ideologica, hanno iniziato a ripensare se stesse, oltre che il rapporto tra di loro. Vienna oggi è una città scattante, dinamica e con un’ottima qualità della vita, che ha colto al volo la grande opportunità dell’89, proponendosi come ponte culturale e finanziario tra i due polmoni del vecchio continente. Una vocazione a cui ambisce anche Bratislava, piacevole e curata nel suo centro storico. Si punta però su una leva competitiva diversa: le tasse basse. In ogni caso il rapporto tra le due città non si misura solo nella tensione competitiva. Dopotutto la distanza che le separa è tale da suggerire il gioco di sponda. E qualcosa di buono s’è fatto, benché permanga qualche asimmetria tanto a livello di capitali quanto di stazze nazionali (l’Austria è più ricca, attira più cervelli slovacchi e sposta maggiori investimenti oltre confine).

Matteo Tacconi

Fonte Rassegna Est

Pin It on Pinterest

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close