Italia on sale: il gruppo ceco EPH fa shopping in Italia.

Il gruppo finanziario sta acquistando dal gruppo tedesco E.On sette centrali energetiche a fonti convenzionali. Valore dell’operazione circa due miliardi di euro. Il gruppo finanziario ceco specializzato nel settore dell’energetica Energeticky a prumyslovy holding sta concludendo delle importanti acquisizioni in Italia. Il gruppo ceco sta infatti concordando l’acquisizione di sette centrali elettriche a fonti convenzionali dislocate in Italia. L’acquisizione riguarda la centrale a carbone Fiume Santo in Sardegna e altre sei centrali a gas situate in Sicilia e sul continente per un totale di potenza di 4,5 mila MW. L’EPH sta acquistando le centrali dal gruppo tedesco E.On, su cui grava un debito di 31 miliardi di euro. Per questo motivo il gruppo tedesco sta dismettendo le attività ritenute secondarie, compresa la presenza nel settore della produzione di energia in Italia.

L’acquisizione tra i due gruppi dovrebbe concludersi nel secondo trimestre del 2015 dopo l’approvazione degli organi europei e il suo valore si aggirerebbe intorno a due miliardi di euro. Secondo gli analisti finanziari cechi l’acquisizione di attivi da gruppi fortemente indebitati rientra perfettamente nella strategia di EPH. Le acquisizioni della holding ceca sono tuttavia finanziate in grande misura con credito e puntano su una futura crescita dei prezzi dell’energia, che aumenterebbero la redditività degli impianti acquistati.

 

Fonte camic.cz

Cechia: crescita 2,5 del PIL, corona svalutata fino al 2016.

La Repubblica Ceca risentirà del rallentamento delle economie in Europa ma manterrà un tasso di crescita piuttosto elevato. Lo rilevano le stime della Banca centrale ceca CNB, della Commissione Europea e del premier ceco Bohuslav Sobotka.

Secondo le stime l’economia ceca dovrebbe crescere quest’anno di 2,5% di PIL. Lo stesso ritmo di crescita viene previsto per il prossimo anno anche dal premier e dalla Banca centrale, mentre la Commissione Europea mostra più ottimismo con una crescita stimata del 2,7%. Le stime hanno risentito del rallentamento delle economie dell’Unione Europea. “Ma sicuramente non dovremmo perdere un senso di ottimismo sul fatto, che l’economia ceca crescerà anche il prossimo anno”, ha sottolineato il premier.

Inoltre la Banca Centrale Ceca ha anche pubblicato le sue stime sull’inflazione. Il tasso dovrebbe ritornare vicino all’obbiettivo inflazionistico fissato dalla banca tra la fine del 2015 e l’inizio del 2016 con un’inflazione stimate nell’ultimo trimestre del 2015 a 1,6% e nel primo trimestre 2016 a 2,1%. Il regime di intervento sul corso non cesserà prima del 2016, hanno rassicurato i membri del board della CNB.

Fonte camic.cz

Il meteo economico a Est.

Il Fondo monetario internazionale sforna il World Economic Outlook con analisi e indicazioni sui trend nelle varie aree del pianeta, incluso l’Est, con le sue varie dimensioni geografiche.

Europa centrale e baltica

La crescita si attesta nel complesso su ritmi discreti, pur se ci sono delle variabili di cui tenere conto. Una, logicamente, è il confronto tra Bruxelles e Mosca. L’altra, spiega il Fondo monetario, dipende dall’andamento del mercato immobiliare, che potrebbe decretare delle oscillazioni a livello di quadro finanziario. Tutti i paesi della regione dovrebbero avere nel 2015 una crescita superiore a quella di quest’anno, con l’eccezione dell’Ungheria. L’espansione di Budapest, uscita dalla recessione con una certa prepotenza, è condizionata dalla nota incognita della politica monetaria: la Banca centrale ha abbassato ripetutamente i tassi, nel corso degli ultimi due anni. Gli esperti temono che la crescita sia stata “drogata” da queste manovre.

Fonte Rassegna Est

Cechia: la svalutazione della Corona continuerà fino al 2016.

Il board della Banca Centrale Ceca (CNB), nella sua seduta di giovedì 31 luglio, ha lasciato senza modifiche il regime di intervento sul corso della corona. Lo ha comunicato il portavoce della CNB Tomas Zimmerman.

Il board della CNB ha ribadito che l’intervento sul corso è unilaterale tramite acquisti di valuta estera. La CNB continua quindi il suo impegno a lasciare il corso della corona sopra al valore di 27 corone/euro. “Il board della banca centrale ha preso nota che non concluderà il regime dell’intervento sul corso prima del 2016”, ha annunciato a sorpresa il governatore Miroslav Singer. Sono rimasti immutati anche i tassi d’interesse di base che si trovano allo zero tecnico.

La CNB ha anche pubblicato le sue previsioni macroeconomiche. In miglioramento le previsioni di crescita del PIL, che quest’anno dovrebbe aumentare del 2,9% (la stima precedente parlava di un aumento del 2,6%), mentre le previsioni di crescita del PIL per il 2015 calano dello 0,3% arrivando al 3%. In rallentamento anche le previsioni sull’andamento delle spinte inflattive nella seconda metà del 2015, con un’inflazione al 2,3% nel secondo trimestre del 2015 e al 2,2% nel terzo trimestre del prossimo anno.

Fonte camic.cz

Aviazione executive: la Bell Helicopter investe in Cechia.

Praga farà da base regionale per il costruttore americano degli elicotteri Bell Helicopter. Lo hanno annunciato i vertici dell’azienda nel corso di una cena all’Ambasciata degli Stati Uniti a Praga.

La Bell Helicopter quindi potenzierà il suo ufficio di rappresentanza nella capitale ceca, che  attualmente impiega una quarantina di tecnici e impiegati. Il gigante americano vuole infatti conquistare nuove quote di mercato in Europa e si lancerà in questa impresa proprio da Praga, che in futuro dovrà fungere da centrale per l’Europa.

Dalla nuova sede di Praga saranno coordinati gli acquisti e le commesse ottenute sul mercato europeo, le strategie che l’azienda vorrà mettere in campo in Europa e ovviamente la sede sarà anche uno dei punti vendita dei prodotti della società. Inoltre, appoggiandosi sulle infrastrutture presenti fuori dalla capitale, la Bell Helicopter avrà in Repubblica Ceca uno stabilimento in grado di eseguire i lavori di personalizzazione degli interni e dell’equipaggiamento degli elicotteri in consegna.

La qualificazione del team praghese è in continuo aumento e siamo capaci di soddisfare ordini più complessi – ha detto il vicepresidente per il servizio clienti Eric Cardinali – La nostra società sta pianificando una serie di interventi, tra i quali l’investimento nel potenziamento della centrale praghese, l’aumento del capitale e l’introduzione di corsi specializzati, affinchè il personale sappia fornire i più moderni e complessi servizi che siano all’altezza dei bisogni e delle aspettative dei nostri clienti”.

Fonte camic.cz

Pagina 1 di 41234

Pin It on Pinterest

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close