CZE_FLAG

Riportiamo qui di seguito, un articolo apparso sul sito di Piazza Affari, molto confortante per la nostra attività e per il Vs. business !

La Repubblica Ceca, ma soprattutto la sua capitale sta subendo un flusso migratorio elevatissimo da parte di molti investitori europei. Sono ormai diversi anni che gli italiani vanno a visitare il capoluogo ceco per possibili investimenti e infatti questo territorio ancora lo permette. La Repubblica Ceca fa parte della comunità europea, ma non possiede ancora l’Euro poichè non possiede ancora tutti i conti in ordine. Inizialmente l’ingresso nel territorio Euro era fissato per il 2009, ma tra una crisi di governo e l’altra (anche in Rep. Ceca nessun partito ha ottenuto la maggioranza piena), si è deciso di spostarla al 2013. Nel frattempo l’Euro sulla corona ha perso 3 corone nel giro di 3 anni e adesso si pensa che finito l’inverno (che ha portato ad avere un leggero rialzo) l’Euro sulla corona si porti a 24 netto. Grazie alla banca italianissima presente sul territorio (Unicredit banca) molti italiani hanno pensato bene di acquistare un immobile magari aprendo un mutuo concesso anche ai cittadini stranieri europei sapendo che nei prossimi anni il valore degli immobili crescerà del 30% l’anno e questo dato è tutt’altro che scoraggiante. La corsa all’acquisto di un immobile a Praga e nelle maggiori città ceche sta diventando estenuante e le agenzie immobiliari stanno avendo un grosso successo tantè che persino TECNOCASA ha deciso di aprire un franchising anche qui, come INTIMISSIMI, CALZEDONIA, BTICINO e tante altre aziende. Il consiglio degli analisti è quello di comprare alla svelta in Rep. Ceca. Le opportunità ci sono.

 

DOMANDE FREQUENTI

É ancora conveniente investire in Repubblica Ceca?
Sicuramente si e lo si può leggere anche negli articoli delle riviste specializzate.

Quali percentuali costituiscono in genere la redditivitá sugli investimenti immobiliari?
Generalmente le percentuali variano da un minimo del 4% ad un massimo dell’8% netto sul capitale investito a seconda del tipo di investimento, ma é molto importante considerare un’aumento annuo del bene immobile, stimato tra l’8% e il 10% annuo, considerando le stime e le medie degli ultimi anni. Si possono comunque fare investimenti piú “coraggiosi” e che alzano notevolmente le percentuali.

Per una persona fisica straniera, quale documentazione serve per costituire una società di Diritto Ceco?
Ésufficiente il passaporto o carta d’identitá . Per diventare l’amministratore della societá per 5 anni serve il certificato penale legalizzato, certificato di nascita e due foto. E assolutamente consigliabile affidarsi a una valida struttura di consulenza.

Qual’é il capitale sociale da versare?
Per le società m
inimo 200.000 Kč. che al cambio medio 1€ = 24,00 Kč. , equivalgono a circa 8.300,00 €.

È opportuno che per ogni singola operazione venga costituita una società?
Non più. Con la sottoscrizione da parte della Rep. Ceca di tutti i trattati Europei, qualsiasi cittadino residente nell’ UE, può acquisire immobili.

Qual’é il costo medio per una compravendita dal notaio?
Il costo medio di un rogito notarile é di ca. Kč. 10.000 (~400 €) + 19% i.v.a. tutto compreso.

Quant’è il costo per la costituzione di una nuova società, tipo S.r.l. italiana di Diritto Ceco? Quali sono i tempi per la sua costituzione?
I costi variano dall’agenzia di consulenza relativamente a tutti i servizi che questa offre all’ operatore italiano. I tempi di costituzione non superano le 48 ore e l’operatività è immediata.

Qual’é il costo di gestione annuale di una società con tutti i relativi adempimenti quali amministrazione, contabilità, denunce e bilanci?
Da 1.000 a 9.000 Kč. (~41/400 €) + 19% i.v.a. al mese a seconda dei movimenti della societá. Comunque i vari commercialisti applicano tariffe annuali particolarmente attraenti nel caso di domiciliazione.

Esistono dei problemi per il cambio di destinazione d’uso da uffici ad abitazioni e viceversa ? Quali potrebbero eventualmente essere i problemi con l’amministrazione dei beni immobili ?
I problemi sono decisamente inferiori rispetto all’ Italia e risolvibili istantaneamente con pochi passaggi burocratici.
.

Le spese di manutenzione ordinarie e straordinarie sono totalmente deducibili?
La manutenzione ordinaria + 19% i.v.a. viene dedotta nell’anno dall’imponibile, quelle straordinarie sono capitalizzate e vanno in ammortamento.

Quanto è la tassazione sull’utile conseguito dalla società?
19
% sull´imponibile versato.

Vi sono ulteriori tassazioni, tipo I.c.i., I.r.a.p., ecc.?
Esiste solo una tassa sui fabbricati che incide in maniera minima.

Pin It on Pinterest

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close