Emozionare, coinvolgere, ottenere un feed back potente, attrarre. Lo storytelling è solo una parte dell’investimento in nuove forme di marketing delle imprese, grandi e piccole, in Italia e all’estero. Si chiama marketing emozionale di cui si occupano già diversi corsi universitari e su cui si spendono centinaia di milioni solo in Italia.

E spesso si tratta di racconti artistici o veri è propri investimenti nell’arte, in quel processo di associazione di impresa e arte che deve arrivare a chi consuma, l’impatto, l’eterno feed back. Un nuovo mecenatismo, in alcuni casi, un nuovo Rinascimento, spinto da imprese sempre più perplesse sull’utilità di vecchi strumenti di comunicazione.

Mettere risorse finanziarie sul patrimonio storico e culturale, per guadagnare visibilità istituzionale, rafforzare il proprio brand e comunicare in maniera suadente con i consumatori, la politica, i media. Rafforzando, infine, relazioni con i territori e ottenendo sgravi fiscali.

Negli anni che furono si distinse su questo piano la Olivetti. Il più clamoroso connubio tra arte impresa, è stato l’investimento milionario di Della Valle per il restauro del colosseo. Ma, come dicevamo, è solo una parte della suggestione. Complementare allo storytelling è la produzione video cinematografica delle aziende. O la connessione con immaginari fantastici, come nel caso del Samsung innovation center in Jurassic world.

Il brand viaggia in un contesto di attrazione per i giovani e vengono mostrati prodotti reali e immaginari, di un’azienda continuamente in divenire, innovativa, quindi. In Italia molto hanno puntato su un racconto emozionale, anche Wind o addirittura la pasta Voiello. Il marchio si associa all’emozione di un programma televisivo. Ma l’ideazione, siamo certi, non finisce qui.

Fonte Affari&Finanza

Pin It on Pinterest

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close