Tra le novità della legge di bilancio del 2018, emergono nuove regole sulla tassazione dei dividendi. Tutto sommato si tratta di semplificazioni, ma nella prima fase il funzionamento non sarà facilitato.

Viene eliminata la distinzione tra partecipazioni qualificate, (oltre il 2% dei voti in assemblea o il 5% del capitale per le società quotate e il 20% dei voti o 25% del capitale per le non quotate), e non qualificate.

Gli utili e le plusvalenze saranno quindi tassati allo stesso modo con l’aliquota unica del 26% a titolo d’imposta. I redditi da partecipazione qualificate potranno dunque non essere inseriti in dichiarazione, facendo passare in modo definitivo all’intermediario sia i dividendi che le plusvalenze, nell’ambito del regime del risparmio amministrato e del risparmio gestito. Le eventuali minusvalenze saranno inoltre compensabili nell’ambito dei predetti regimi.

Con il sistema in vigore precedentemente i redditi derivanti dalle partecipazioni qualificate, dovevano necessariamente essere inseriti in dichiarazione ed essere tassati con l’aliquota progressiva, ma solo una quota, (in modo da evitare la doppia imposizione, dato che la società aveva a sua volta pagato le tasse sui propri guadagni).

Se si guarda la quota tassabile con riferimento agli utili formatisi dopo il 2016, (58,14%), e si applica l’aliquota massima di tassazione, comprensiva di addizionali regionali e comunali, (circa 45%), la tassazione del dividendo secondo le nuove regole è più o meno uguale a quella del 2017, (58,14 x 45% = 26,16). Ma negli anni precedenti la quota imponibile era più bassa, (49,72% dal 2008 al 2016 e 40% fino a tutto il 2007) e quindi la tassazione più favorevole.

Per non penalizzare i possessori di partecipazioni con utili di anni precedenti non distribuiti, è previsto un regime transitorio. Fino al 2022 le distribuzioni degli utili prodotti fino al 2017, manterranno le vecchie regole di tassazione. Per le plusvalenze, invece, il nuovo regime si applicherà solo dal 2019.

Valentino Amendola

Pin It on Pinterest

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close