Debora Rosciani 1Perché le donne, sempre più indipendenti ed emancipate, continuano a percepire la finanza come una “roba da uomini”? Che si tratti di un retaggio culturale, di una questione pratica di suddivisione dei compiti o di un vero e proprio rifiuto verso un argomento complesso, fatto sta che spesso le donne preferiscono delegare la gestione del patrimonio al marito, al partner, al padre, insomma: all’uomo di casa.

Ed è un vero peccato, per diverse ragioni: tanto per cominciare prendersi cura dei propri risparmi è un passo importante verso una completa autonomia; inoltre le donne – ci sono moltissimi studi a dimostrarlo – sono ottime risparmiatrici, molto attente e tendenzialmente prudenti. Proprio per cercare di rendere il tema degli investimenti meno “ostico” agli occhi del pubblico femminile, la casa editrice De Agostini si è affidata a Debora Rosciani, giornalista e conduttrice della trasmissione Cuori e Denari su Radio 24. Il risultato è Donne di Denari”, una guida pratica di circa 300 pagine per imparare a gestire meglio i propri risparmi.

Quando ho iniziato a scrivere avevo il timore che le donne potessero sentirsi in qualche modo offese o sminuite da un vademecum che spiegasse loro come occuparsi dei propri soldi”, spiega a Itf News Debora Rosciani. “Così, anche per evitare di essere fraintesa e suscitare polemiche, ho deciso di mettere molto di me all’interno del libro, raccontando i miei stessi errori e riportando numerose testimonianze che ho raccolto nel corso della trasmissione in radio”.

Il volume è strutturato in capitoli che ripercorrono diverse “tappe di vita”, ovvero le questioni economiche che tipicamente si presentano nelle diverse fasi della nostra esistenza: dalla convivenza al matrimonio, dalla scelta del mutuo all’educazione dei figli, fino al mondo del lavoro e, infine, alla pensione e alla previdenza. Con un intero capitolo dedicato alle donne che decidono di mettersi in proprio e diventare imprenditrici di se stesse.

papaveroIl punto di partenza è la definizione dei propri obiettivi di vita: è importante capire che gestire i propri risparmi non significa investire per triplicare il patrimonio in un anno, ma pianificare delle azioni che consentano di portare a termine determinati obiettivi di breve, medio e lungo termine”, aggiunge ancora Rosciani. Ma entriamo un po’ nel vivo di “Donne di Denari” e vediamo quali sono i temi clou: “tra i capitoli che mi stanno più a cuore c’è sicuramente quello dedicato alla scelta di vivere in coppia: oggi molto spesso si convive senza sposarsi, ci sono le coppie di fatto… so che è brutto da dire, ma è importante pensare a tutelarsi. Ho cercato di essere morbida, di riportare testimonianze e consigli di legai e notai per far passare un messaggio forte: è un dovere verso noi stesse mettere in conto che la vita possa andare in una direzione totalmente diversa rispetto ai piani e metterci in condizione di affrontare la situazione a testa alta”.

Un altro tema portante è quello del lavoro: “cosa fare se ci si trova a quarant’anni a doversi rimettere in gioco dopo una lunga assenza dal mercato, magari a seguito di una maternità? Oppure se si lavora in modo autonomo e ci si ammala? Sono questioni molto complesse ma vicine a tutte noi, io ho cercato di fornire qualche indicazione concreta, anche inserendo link e consigli pratici”. Insomma, conclude Rosciani: “ho scritto questo libro con un approccio molto ‘umile’ con l’obiettivo di rendere le donne più consapevoli e di ridurre la distanza che le separa dal mondo della finanza, dando loro gli strumenti per sapere dove e a chi rivolgersi”. Perché la qualità della nostra vita “non dipende solo dallo stare bene con noi stesse e con i nostri cari: dipende anche dallo stato di salute del portafoglio!”

Diana Bin

Leggi QUI l’articolo originale.

Pin It on Pinterest

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close